Oro 750 o 18 Carati: Cos’è, Quotazione, Valore e Prezzo al Grammo

L’oro 750 è una particolare legatura metallica che compone di norma di gioielli che vengono utilizzati ed acquistati. Legatura metallica significa una composizione specifica dove viene impiegata una parte dell’oro con altri metalli, differenti.

In ogni gioiello che si acquista o che si dona deve essere sempre presente la dicitura oro 750, anche se non sempre questo significa aver a che fare con un oggetto vero, visto che le contraffazioni – oggi giorno – vengono realizzate in maniera perfetta.

L’oro 750 si differenzia dall’oro puro in quanto una lega realizzata con l’ausilio di altri metalli, per renderlo più forte nella creazione di gioielli o manufatti. Con l’oro puro infatti non è assolutamente possibile fare gioielli, in quanto la sua forma molto morbida e debole non permetterebbe la lavorazione e ogni realizzazione risulterabbe deformata entro pochi secondi. Per arrivare ad ottenere l’oro 750 è necessario quindi “legare” l’oro puro con i metalli come nikel, rame, argento, palladio.

In base ai metalli che vengono utilizzati, vengono distinti differenti tipologie di oro 750; nel dettaglio:

  • Oro Bianco: i gioielli con oro bianco sono molto amati e vengono realizzati con il 75% di oro puro con un 25% di nichel – palladio e argento;
  • Oro Rosa: un oro delicato e molto raro che è viene realizzato legando 75% di oro puro con 20% di rame che gli dona la giusta tonalità romantica;
  • Oro Giallo: quello più diffuso che viene riconosciuto immediatamente anche dai professionisti del settore. La sua realizzazione avviene utilizzando il 75% di oro puro con 12,5% di argento e 12,5% di rame.

Lo stesso viene anche chiamato 18K ovvero 18 carati e si differenzia in maniera sostanziale con l’oro puro ovvero 24 carati e l’oro utilizzato in altri paesi pari a 14/15K ovvero 14/15 carati.

Dove viene utilizzato

L’oro 750 viene utilizzato principalmente per la realizzazione di gioielli preziosi, di qualsiasi forma come bracciali – orecchini – collane – collier – spille (dove la parte relativa alla punta non è mai realizzata in oro).

Grazie alla legatura che viene effettuata con altri metalli è possibile quindi che i gioiellieri riescano ad ottenere delle lavorazioni particolari, per poi metterle sul mercato. Ogni gioiello – come accennato – deve avere la dicitura della caratura in posta normalmente sui gancetti: se si tratta di orecchini o collane con pendente la dicitura deve essere “doppia” ovvero sia sul gancio che sulla farfalla o pendente.

Oro 750

Oro 750

Come scoprire se è falso

Oggi giorno ci sono svariate modalità per comprendere se un gioiello in oro 18 carati possa o meno essere falso. In ogni compro oro verranno effettuati gli accorgimenti necessari con strumenti appositi:in molti casi verrà richiesto di poter tagliare il gioiello al fine di poter verificare che sia stato realizzato in oro anche al suo interno e non solamente all’esterno (con conseguenza di dichiararlo solamente placcato in oro). Un’altra caratteristica è proprio nella dicitura che dovrà essere sempre oro 750 e non 18k, inoltre sull’oro bianco verranno fatti molti più controlli in quanto facilmente confondibile con l’argento.

E’ bene evidenziare che l’oro bianco sarà sempre tendente al color giallo – soprattutto dopo anni di utilizzo. Far controllare sempre ogni aspetto da un professionista del settore, per essere sicuri della veridicità dei preziosi in possesso.

Dove controllare la quotazione giornaliera dell’Oro 750

Sul web ci sono moltissimi siti internet che danno la quotazione aggiornata dell’oro 750 al grammo, con un aggiornamento al minuto. La sua variazione/aggiornamento avviene ogni minuto in base alla quotazioni della borsa, per questo moivo è fondamentale venga controllato in maniera continuativa. Da non confondere con la quotazione dell’oro puro, 24 carati, che risulterà sempre essere più alto e con importi differenti.